Scuola Faunistica Veneta - Mareno di Piave (TV) in Via Colonna - Tel. 360.466786  P.i. 00651090268


Benvenuti

Benvenuti nel sito storico della Scuola Faunistica Veneta. Questo contenitore raccoglie l'esperienza di appassionati guardiacaccia, cacciatori e maestri di caccia, e la pone a servizio di chi s’interessa di gestione della fauna, della natura e dell'ambiente in generale con indicazioni chiare, trasparenti e non faziose.

Corso abilitazione caccia info:

- Claudio Rossi 360466786.

- Paola Epis 3318206564;

Zona Alpi:

- Giuseppe Carestiato Tel. 3476440820 

 

Un maestro di caccia non è un semplice insegnante ma una persona con lunga esperienza che deve riuscire a trasmettere una cultura, un modo di essere e un'etica ai giovani. L'etica è la porta per entrare in punta di piedi nell'ambiente: rispetto delle persone dei luoghi e della

fauna selvatica sono la chiave.

 

IN EVIDENZA:

 

Trovi le novità normative nella pagina del materiale didattico.

 

Calendario per l'esercizio venatorio, stagione 2022-2023

Allegato "A";

Allegato "B";

Allegato "C";

Allegato "D";

Decreto 564-22, proroga piano controllo volpi

 

Nuova cartografia dei Comprensori Alpini e degli Ambiti Territoriali di Caccia nella Provincia di Treviso.

 

 

Veneto. Approvato il Piano faunistico Venatorio 2022-2027

Mantenuta per ciascun territorio provinciale, una sede territoriale per l’erogazione di servizi all’utenza e di stretto collegamento con le attività di vigilanza e controllo.

Ruolo di indirizzo e coordinamento interprovinciale da parte delle direzioni regionali centrali.

Analisi territoriale finalizzata a definire una immagine attuale del territorio agro-silvo-pastorale realizzato grazie alle più moderne tecnologie cartografiche, sulla base delle più recenti foto aeree.

Lupi e cinghiali: criticità legate alla fauna selvatica che caratterizzano il territorio, grandi carnivori da un lato e cinghiale dall’altro, promuovendo l’integrazione con strumenti programmatori da un lato e dall’altro promuovendo le attività di controllo del cinghiale.

Ridisegno del sistema territoriale di gestione Atc e Comprensori Alpini, con un’azione di riaccorpamento e integrazione tra territorio.

Riforma degli statuti associativi finalizzata a definire meglio ruoli, funzioni e responsabilità degli organismi gestionali degli stessi.

In dibattito le discussioni si sono accese sulle aree tutelate. Con il nuovo piano si scende proprio al minimo sindacale: 20% del territorio regionale ma che, visto l’incorporamento in questa percentuale di zone come lo specchio del lago di Garda, la laguna viva, vale a dire il mare e pure l’aeroporto militare di Istrana, di fatto, secondo le opposizioni, si scenderebbe sotto il minimo garantito per legge.

Tutelato il valico alpino del monte Pizzoc, sopra il Cansiglio. Nel Bosco del Quarelo, a Vicenza, sarà creata un’oasi di protezione. I boschi intorno al lago di Fimon si saldano con gli stagni di Casale arrivando a 1400 ettari a sud ovest di Vicenza diventando Zrc, zona di ripopolamento e cattura.

Aree tutelate anche nel Trevigiano, a Vedelago e Vazzola e nel Veronese con Oppeano. La competenza passa alla Regione e non anche alle Province.

Novità anche per chi intende interdire il proprio fondo alla caccia: nel precedente piano c’era una finestra ogni 5 anni, ora sarà possibile chiedere, in modo semplificato, si essere area caccia-free una volta l’anno (limite massimo 1 % del territorio regionale).

 

scuola,faunistica,e,scuola faunistica venatoria veneta,caccia,pesca,federc

 

 

accia,maestri di caccia,

la faunistica venatoria veneta scuola faunistica venatoria veneta caccia pesca federcaccia maestri di caccia

 

 

scuola faunistica venatoria veneta scuola faunistica venatoria veneta caccia pesca federcaccia maestri di caccia

 Sito aggiornato al 07-08-2022 

ermete@email.it