Scuola faunistica venatoria veneta - Piazza San Lorenzo - 31048 Rovare' di San Biagio di Callalta, TV - Tel. 360.466786
 

 

Ambito Territoriale di Caccia TV13

 

 

Indice:

Iscrizione all'Ambito

Catture lepri

Notizie generali

Ripopolamenti

Progetti

Partecipazione

Amministrazione

La preghiera del cacciatore

 

 

Iscrizione all’ ATC 13 annata venatoria 2010-2011  

 

Si comunica che sono aperte le iscrizioni per l'annata venatoria 2010/2011 con le seguenti modalità:

 

Il pagamento della quota d'iscrizione deve avvenire entro il 31/12/2009 (L. R. 50/93, art. 22, comma 1). La quota sociale e di 160,00 euro, che va versata presso gli sportelli della banca di Monastier e del Sile sul c.c. n° 101838, Iban IT98T0707461810CC0000101838, intestato all’ ATC 13 specificando la causale (quota di iscrizione annata venatoria 2010/2011) con il nominativo del socio che andrà a caccia nell’ ambito.

 

In caso di ritardato pagamento, dal 01/01/2010 al 30/01/2010, è dovuta, in aggiunta alla quota associativa, una penale pari al 50% della quota associativa stessa (quindi il totale sarà di € 240,00). Se il pagamento avviene oltre tale termine, il socio decade. Art. 5, comma 8 lettera b) del Regolamento d'attuazione, allegato "A" della L. R. 1/2007.

 

Chi vuole iscriversi per la prima volta all'ambito (nuovi soci), quale primo ambito, deve presentare domanda in bollo compilando il modello apposito (modello 1), indirizzare (entro 31/12/09) la domanda al Presidente della Provincia di Treviso e versare la quota nei termini indicati sopra. Allegare copia del versamento alla domanda.

 

Le iscrizioni quale secondo ambito, vanno fatte compilando l'apposito modulo (modello 2). La quota d'iscrizione va effettuata dopo avere ricevuto la comunicazione che la richiesta è stata accolta. Il Comitato Direttivo conferma anche quest’anno la possibilità ai soli soci residenti di iscriversi all’ ATC 13 come secondo ambito.

 

Il Preside ATC 13

 Lovisetto Marco

 

 

 Catture lepri

 

 

Z. r. c.

 

2007-2008

2008-2009

2009-2019

Treviso mare 24 25 23
San Pietro 9 5 7
Monastier 35 41 23
Berti 16 7 15
Vallio 75 41 52
Bagaggiolo 8 3 7
Cometti 19 20 19
Barone 53 26 60
Monastier G. 40 37 25
Provincia 34 41 26
Parco 19 14 13
Totali 332 260 295

 

 

Per ogni eventuale chiarimento il Presidente dell’ ambito e’ sempre a completa disposizione al numero telefonico: S. O. S. soci 3453982841

 

NB: partecipare alle catture ed alle attività dell'ambito è un dovere morale di tutti i soci.

 

Notizie generali sull'ATC n. 13 TV

Il territorio agro-silvo-pastorale in provincia di Treviso è di Ha 217.319, di cui:
Oasi In provincia di Treviso Ha 903
Zone di ripopolamento e cattura Ha 29028
Parchi e riserve naturalistiche Ha 5270
Fondi chiusi Ha 321
Centri privati produzione fauna selvatica Ha 230
Territorio sottoposto a vincolo di divieto di caccia Ha 37636
Percentuale zone sottoposte a vincolo di divieto di caccia 17,32%

L'A.T.C. 13 si estende sui comuni di

Le colture sono principalmente cerealicole e interessate da vigneti.

E' attraversato dal polmone verde del Parco del Sile.

Confina:

l'A.t.c. 13 in collaborazione con la Provincia di Treviso, da alcuni anni ha iniziato una meticolosa attività di ripopolamento e cattura delle lepri nei rifugi di:

Tale attività, promossa dal Presidente e  portata avanti con entusiasmo da parte dei componenti del direttivo e dei soci dell'A.t.c., ha portato questo ambito all'autosufficienza in materia di ripopolamento di lepri. Da alcuni anni è anche iniziata una fattiva collaborazione tra Vigilanza Venatoria, Presidente e Provincia e questo coordinamento ha prodotto risultati apprezzabili in termini di presenza di selvaggina sul territorio. Altre attività come cene sociali, gare di cani o tiro al piattello, giornate ecologiche, beneficenza, gite, ecc., sono organizzate dai responsabili delle varie sezioni e seguite con calore dai soci dell'ambito.

La zona di protezione speciale ZPS  che ricade nel territorio dell'ambito interessa l'area fluviale del Parco del Sile.

 

Territorio ATC 13

 

AMBITO: COMUNE

TGT

TU

TASP

TPFS

TEV

           
           
           
           
           
           
           
           
           
           
           

 

 

Ripopolamenti dell'ATC 8TV

Fagiani:

Le lepri liberate provengono esclusivamente da catture effettuate nel territorio provinciale e sono state tutte marcate con marca auricolare. 

Sono previsti ripopolamenti estivi di fagiani da effettuare entro il mese di luglio, ed anche ripopolamenti invernali a partire dal 1 novembre come previsto dalla Legge.

I dati relativi agli spostamenti delle lepri sono a disposizione di studenti o università per comparazioni o studi statistici (su semplice richiesta).

 

Progetti

  

 

10 modi per distruggere la propria associazione.
1) Non frequentare la sede;
2) Frequentarla ma solo per criticare e per creare problemi;
3) Rifiutarsi di assumere incarichi;
4) Offendersi per non essere stati prescelti o per non avere avuto incarichi;
5) Dopo avere ricevuto un incarico non partecipare alle riunioni;
6) Oppure partecipare senza aprire bocca se non dopo la conclusione della seduta per criticare o per dire come sarebbero dovute essere fatte le cose;
7) Non collaborare ad alcuna attività, evitare accuratamente ogni impegno, criticare i volonterosi che si danno da fare;
8) Opporsi ad ogni nuovo programma, ad ogni iniziativa con la scusa che le iniziative gravano inutilmente sul bilancio;
9) Se nessuna iniziativa è stata assunta accusare i dirigenti di scarsa iniziativa;
10) Leggere il giornale sociale e gli avvisi solo occasionalmente e poi lagnarsi di non essere tenuto al corrente sulle novità dell’associazione.

 

Amministrazione


COMITATO DIRETTIVO ANNO 2007/12

Sono stati nominati dal Presidente della Provincia i componenti del nuovo comitato direttivo dell'ambito territoriale di caccia TV 13:
 

Approvato dal Comitato Direttivo il Bilancio di Previsione.

 

 

La Preghiera del Cacciatore


Ti lodiamo, Signore, perché dai vita all'acqua, ai boschi,
ai fiori, agli animali, alle pianure, alle montagne ed al sole che ci illumina,
Ti lodiamo per farci continuamente comprendere la bellezza della Tua creazione,
giungere alle nevi bianche e alle paludi, camminare nelle pianure e salire le colline.

Ti lodiamo, Signore, perché ci concedi di vedere i caprioli ed i camosci sui monti,
l'aquila ed il falco nel cielo ma anche le pernici, i fagiani, le lepri, i beccaccini
e quante altre creature sono nel mondo a Tua gloria.

Perdonaci, Signore se talvolta le sacrifichiamo alla nostra passione
ma la loro esistenza ci fa capire la Tua generosità,
ci dispone al rispetto dei Tuoi beni e alla riflessione.

Sii lodato Signore, per la pace che ci donano le montagne,
le pianure, i boschi e le paludi, e per i pensieri che ci suscitano:
scrutando la natura ed ascoltando la Tua voce
impariamo a ritrovarTi nell'abisso del nostro spirito.

E se un giorno Tu volessi farci restare fra loro
accogli, nella Tua infinita misericordia,
la nostra anima di peccatori a Te sempre vicina.


 
 

Un pensiero.

Capita di leggere, di tanto in tanto, sui quotidiani che i cacciatori sono confusi con i bracconieri, occorre fare chiarezza, tra un cacciatore ed un bracconiere passa la stessa differenza che passa tra il cliente di una banca ed un rapinatore di banche: tutti e due entrano in banca per prendere i soldi ma con la differenza che uno può, va in banca per prendersi i suoi soldi, l'altro invece è un delinquente. Secondo me, sono complici di un delinquente anche quelli che si siedono a tavola sapendo di mangiare un animale ucciso da un bracconiere, senza se e senza ma.

Ermete.

 

 

  

ggrisafi@email.it